Seguici sui Social
Facebook
Instagram
Iscriviti alla Newsletter

  • Non ci sono prodotti nel carrello.

Storia di un progetto: tagliere Selene

illusione del muro del caffè

Conoscete la famosa illusione ottica detta “The Wall Café”? E’ l’illusione ottica scoperta da Richard Gregory, mentre osservava le piastrelle del muro di una caffetteria a Bristol, da cui ha preso il nome. A prima vista sembra che tutte le linee siano curve, ma in realtà, sono rette parallele.

Nasce quindi la volontà di ricreare l’illusione con un tagliere, cosa mai vista. Sembrerebbe impresa semplice, ma vi assicuro che trovare la giusta dimensione di ogni singolo elemento non lo è stato. Tralascio tutte le operazioni di costruzione di un tagliere in legno, vi annoierei, per focalizzarmi sulla pura e semplice geometria.

Lo scoglio principale è stato quello di adattare l’illusione sul formato standard dei taglieri Daidalos Design, ovvero 30 x 40 x 4 cm. Quanti quadrati per singola fila? Qual è la dimensione ideale di un singolo quadrato? Quanto spesse le linee di divisione? Dovete sapere che lavorare il legno massello pone notevoli limitazioni: spessore delle tavole di legno grezze, le caratteristiche delle diverse essenze, limiti dimensionali di alcuni utensili, asportazione materiale dovuta ai tagli etc. Per di più la volontà era quella di creare il tagliere con la tecnica del legno di testa.

acero e iroko

Di certo i tentativi su carta e su pc sono stati innumerevoli, ma per vedere l’effetto vero è proprio è stato necessario costruire più prototipi. Il primo è stato realizzato in legno di acero americano e iroko. Non male, devo dire che l’effetto c’è, ma il contrasto tra le essenze non è soddisfacente. Era necessario utilizzare un legno più scuro: il noce canaletto. Il problema è che tavole in noce così spesse sono difficili da reperire, per cui bisognava rifare il progetto su quadrati più piccoli.

 

noce e frassino

Il secondo prototipo è stato quindi realizzato in noce canaletto e frassino. Trattandosi di una prova ho voluto sperimentare anche il frassino al posto dell’acero. Ma ancora non ci siamo: quadrati troppo piccoli, linee parallele troppo spesse e il frassino non creava contrasto sufficiente col noce.

 

noce e acero

Facendo tesoro dei tentativi precedenti, si è finalmente giunti alla configurazione definitiva: il tagliere definitivo è realizzato in noce canaletto ed acero, l’illusione ottica si percepisce perfettamente osservandolo sotto diverse angolazioni e ogni particolare è curato nel dettaglio.

 

confronto prototipi

13 Novembre 2019
Consigli d’uso e manutenzione per taglieri da cucina
Metodi di pulizia ecologici e rispettosi dell'ambiente. Ripristino della superficie. Scopri come manutenere efficacemente...
30 Novembre 2019
Noce canaletto
Caratteristiche e proprietà del legno di noce canaletto
You cannot copy content of this page